REVENGE "Survival Instinct"
 

Artista: REVENGE
Titolo: “Survival Instinct”
Stile: Hard Rock
Formato: CD 
Etichetta: Fuel Records
Distribuzione: Self/Believe
Provenienza: Pesaro

 
 
RASSEGNA STAMPA
BIOGRAFIA
Tutto ebbe inizio una sera d’inverno nel 1981 dall’incontro casuale in una radio locale pesarese tra il Kevin Throat (a.k.a. Fabrizio Ugolini), all’epoca DJ del programma “Metal for Muthas” e Red Crotalo (a.k.a. Paolo Pedretti)chitarrista della band hard rock  Serpentine Fire. L’immediata sintonia tra i due portò Fabrizio a cimentarsi nell’inedito ruolo di frontman. Dopo le prime esibizioni e diversi avvicendamenti la band stabilizzò la propria formazione a trio con l’inserimento del drummer Erik Lumen (a.k.a. Enrico Giampaoli) optando per il cambio di nome in Revenge.
Nello stesso periodo cominciò anche una duratura collaborazione con il musicista e loro concittadino Paul Chain, da subito grande estimatore e promoter della band. Il primo importante riconoscimento arrivò nell’estate del 1982, quando i Revenge vinsero il contest marchigiano “Cento Torri Rock” di Ascoli Piceno”, che offriva ai primi classificati un contratto discografico con l’etichetta Ariston di Milano.
L’opportunità sembrò davvero ghiotta ed i tre si recarono nel capoluogo lombardo per discutere i termini del deal. Solo dopo aver registrato i primi tre brani, la band si trovò di fronte all’inaspettata richiesta di addomesticare il proprio sound in stile pop e di convertire la lingua in italiano. I Revenge giudicarono inaccettabili queste condizioni e tornarono on the road alla ricerca di un nuovo contratto. Il demo tape registrato negli studi dell’Ariston suscitò comunque un notevole interesse e fu particolarmente apprezzato dal famoso giornalista Beppe Riva; ciò contribuì a far includere la band nel bill dello storico festival heavy italiano di Certaldo “Rock in a hard place”, un evento che diede loro la possibilità di accrescere notevolmente la propria popolarità grazie anche all’originale impatto visivo dei loro costumi, ispirati ai cult movies dell’epoca quali “ Mad Max”, “Blade Runner” e “Terminator”.
L’esordio su vinile giunse nel 1983 con l’incisione del brano “Angels in leather” per la compilation “Heavy Metal Eruption”, successivamente la band ampliò la formazione con l’inserimento del bassista Lamberto Giuliani (a.k.a. Lambo). Il 1984 segnò la realizzazione del primo vero lavoro discografico sotto l’egida della Minotauro Records di Marco Melzi con la quale i Revenge entrarono in studio a Torino per incidere i cinque brani che compongono l’ EP “Hotzone”. Nonostante alcuni problemi di masterizzazione che ne compromisero la qualità sonora finale, il lavoro ricevette il plauso entusiasta di pubblico e critica. Negli anni che seguirono la band si esibì sui palchi di tutto il paese evolvendo il proprio stile musicale in una vena marcatamente più melodica rispetto all’epic metal degli esordi, sulla scia di bands quali Van Halen, Scorpions, Dokken e Bonjovi.
Nel 1987 i Revenge tornarono in studio per registrare un nuovo demo tape nella speranza
di ottenere finalmente un contratto discografico significativo. Il risultato fu “Sweet Revenge” (recentemente pubblicato per la prima volta all’interno del CD antologico “Archives”) considerato oggi dalla critica come una tra le migliori produzioni heavy di quegli anni.
Sfortunatamente però, la possibilità di ottenere un record deal che assicurasse ai Revenge il necessario salto di qualità non si realizzò e, dopo un breve periodo nel quale Massimo Bozzi sostituì il defezionario Kevin Throat alla voce, la band decise di sciogliersi.
Red Crotalo fondò allora i Midway insieme ad Alberto Simonini mentre Kevin Throat si unì
ai milanesi Brando. Nel 2007, dopo la pressante richiesta proveniente da più parti per la pubblicazione dei materiali d’archivio, i Revenge  si riunirono per registrare due brani inediti “Shelter” e “Home again” inclusi nel CD antologico “Archives” pubblicato dalla Markuee records,
contenentente  le versioni rimasterizzate dei precedenti “Hotzone “e “Sweet Revenge”.
Accolto in modo estremamente positivo dalla critica, “Archives” contribuì ad un rinnovato interesse per la band e alla richiesta di un ritorno sulle scene. Con l’innesto del nuovo bassista Valerio De Angelis (a.k.a. Vallo) nel 2012 si presentò il momento per il come-back definitivo, con la partecipazione al festival “Italian Heavy Metal Legends” di Berenguardo PV, condividendo ancora una volta lo stage con note bands del passato come Crying Steel e Strana Officina. Il successo della reunion ha portato i Revenge nuovamente in studio per l’attesissimo ritorno discografico “Survival instinct” appena ultimato e di imminente pubblicazione.

 

 
::: PROMOTION ::: LABEL ::: MANAGEMENT
RED CAT Di Alice Cortella - Via dell'Olivuzzo 27/A, Firenze Italy - info@redcatpromotion.com